25 July 2017

Barça flipper, delusione Inter e la solita RAI

Mercoledì 15 settembre 2010

Si è inaugurata stasera la fase a gironi della Champions 2010/11, un lungo cammino che porterà alla Finale prevista a “Wembley” il 30 maggio prossimo. Al “Camp Nou” il Barça doveva rifarsi dalla scoppola di sabato scorso.

Con la formazione di gala ha offerto una prova esaltante, pur contro un avversario di basso livello come il Panathinaikos. I greci erano tuttavia andati in vantaggio al 20’ nella loro prima (e quasi unica) azione con Govou, dopo un tacco di Cissé. Poi una gragnola di occasioni per i blaugrana, con azioni che sembravano da flipper. Un minuto dopo lo svantaggio, Xavi (alla sua 125º partita in Champions) ha messo una palla in profondità e Messi ha segnato con un tocco morbido sopra il portiere.

La seconda rete è stata di un altro pianeta, arrivata dopo due triangoli consecutivi con Xavi e Pedro e un diagonale alla sinistra del portiere. La pulga si è procurato poi un rigore che non è riuscito a trasformare, mancando così un’ennesima tripletta. Ma si è parzialmente rifatto con gli assist delle ultime due reti: ancora “Playstation” nella quarta, quasi dalla linea di fondo con uno specchio minimo è riuscito a far passare la palla che ha però sbattuto su entrambi i pali per essere poi appoggiata in rete da Pedro; alla fine, con un pallonetto ha servito Alves che di testa ha marcato il 5-1 definitivo (il secondo era stato di Villa).

Proprio contro il Panathinaikos, cinque anni fa, Messi aveva segnato la sua prima rete in Champions: con le ultime due ha raggiunto quota 27 diventando il miglior marcatore del Barça nella competizione (dal 1993, da quando esiste questa formula), staccando Rivaldo rimasto a 25.

http://www.youtube.com/watch?v=-cTkF8ws0Qk

Anche l’Inter era chiamata ad una prova convincente dopo la sofferta vittoria contro l’Udinese ma, una volta ancora, non ha convinto del tutto. Nel catino di Enschede (stadio piccolino con una tifoseria molto rumorosa), era andata in vantaggio con Sneijder per essere poi ripresa (Janssen) e superata con un’autorete (!) di Milito, ancora un fantasma rispetto alla scorsa stagione. Eto’o con un diagonale nell’angolino ha salvato il risultato. 2-2 con tutte i gol nel primo tempo.

Altre belle reti da segnalare, quelle del Valencia (0-4 in casa del Bursaspor turco). Un Manchester ancora abulico non è andato oltre lo 0-0 all’“Old Trafford” contro i Glasgow Rangers. Gravissimo infortunio a Valencia che in uno scontro di gioco si è spaccato tibia e perone con la caviglia sinistra rimasta a penzoloni davanti a compagni ed avversari attoniti.

http://www.youtube.com/watch?v=gFTzdjyW9Pg

Per cambiare, ennesimo prestazione negativa della RAI che detiene i diritti (?) per la copertura in chiaro della Champions. I diritti si riassumono nella trasmissione di solo una partita in diretta, quella del mercoledì (il che è già assurdo) e delle sintesi degli altri incontri. Ma il martedì sera questo si traduce in una snervante attesa: ieri notte si è potuto vedere la sintesi dell’Inter alle 23:30, ma le immagini delle altre partite sono apparse solo alle 0:50! Con un servizio così spesso indecente si spinge la gente sempre di più nelle braccia di Mediaset Premium (sarà un caso?) e della carissima Sky.

Domani sera il resto degli incontri della prima giornata.

Comments

  1. Tanto incredibilmente esaltanti le giocate del Barça e del suo fenomeno (caspita, se fosse entrata direttamente dopo aver colpito il secondo palo quella palla… che goal fantastico!!!)… tanto terribilmente deprimenti le continue vaccate della RAI e dei suoi improponibili commentatori.

    • alessandrogori says:

      si, proiprio un contrasto… e quante bestemmie, la sintesi del barça l’ho vista all’una di notte! RAI sempre peggio. devo trovare delle alternative…

Lascia un commento

*