27 July 2017

Il Barça si vendica dell’Hércules e batte l’ennesimo record; il Madrid cade a Pamplona: -7!!

Lunedì 31 gennaio 2011

Il record di 15 vittorie consecutive nella Liga risaliva a mezzo secolo fa, al Madrid di Di Stéfano, Puskás, Gento (1960/61). Con lo 0-3 di Alicante, il Barça l’ha finalmente eguagliato.

Sabato sera al “Rico Pérez” contro l’Hércules di Trézéguet, il Barça si è anche vendicato dell’inopinata sconfitta dell’andata al “Camp Nou”, l’unica subìta finora in campionato dai blaugrana. Non è stata una partita facile per gli uomini di Guardiola, che ha schierato Abidal centrale al posto dell’infortunato Puyol. Solo allo scadere del primo tempo ci ha pensato il solito Pedro a togliere le castagne dal fuoco, imbeccato dal senyor Xavi (il canario ha marcato consecutivamente nelle ultime 6 partite!). Dopo vari tentativi a vuoto, alla fine dell’incontro (88’ e 89’) è arrivata l’ennesima doppietta di Messi: 21 gol in 21 partite nella Liga per l’argentino (2 in meno di Cristiano), 37 in questa stagione; la Pulga ha già superato le reti marcate nella Liga da Eto’o (109 a 108).

Il Barça è arrivato a 57 gol in questa stagione, ma dall’inizio dell’era Guardiola sono addirittura 401 (in 157 partite ufficiali; solo 116 le reti incassate)! Tanto per gradire, si è incrementata anche la striscia di vittorie in trasferta, 10 su 10. Numeri impressionanti.

http://www.youtube.com/watch?v=tCv04HE3uhM

Al Madrid è arrivato l’agognato centravanti per rimpiazzare l’infortunato Higuaín: Adebayor, togolese da tempo inviso a Mancini e fuori squadra al City, è planato con le sue lunghe leve a Madrid ed ha già esordito nella sfortunata trasferta di domenica sera, al “Sadar” (da qualche anno chiamato “Reyno de Navarra”) di Pamplona. Il campo dell’Osasuna è sempre ostico alle grandi: dopo vari incontri in cui i blancos hanno vinto stentando, il Madrid è finalmente caduto.

Come si impara subito quando si arriva a Euskal Herria (i territori di lingua basca), Osasuna in euskera vuol dire «salute». Il brindisi ieri sera è andato di traverso a Mourinho e ai suoi imbrigliati dal gioco degli uomini dell’ex Camacho. Cristiano si è lamentato per l’ambiente infuocato da battaglia campale (a un certo punto c’erano anche due palloni in campo) ed altre amenità. La conseguenza è però che il Barça da oggi ha ben 7 punti di vantaggio sulle merengues, una voragine molto pericolosa da recuperare. Di Camuñas al 62’ la rete decisiva. Subito dopo Mourinho ha cercato di porre rimedio inserendo in un colpo solo Kaká, Xabi Alonso (inizialmente in panchina per postumi influenzali) e il citato Adebayor, ma sono stati i padroni di casa a mancare un’occasionissima di Vadócz salvata sulla linea da Arbeloa.

http://www.youtube.com/watch?v=Of6Lw727Imo&feature=related

Da parte sua, l’onniscente portoghese sembra in crescente difficoltà. Da settimane si trascinano le polemiche con la dirigenza del club, soprattutto con Valdano. Tanto che dal suo entorno è filtrata la possibilità che se ne vada già alla fine di questa stagione; a Milano, sponda nerazzurra, si è subito registrato un sussulto. Il Profeta ritornerebbe? E nel caso, che fare con Leonardo? Coabitazione tecnica? Fino a giugno manca ancora molto…

Lascia un commento

*