26 March 2017

Udinese perde all’ultimo minuto. Il Milan perde e compra Cassano (sostituto di Dinho?)

Mercoledì 22 dicembre 2010

Nell’anticipo alle 12:30 di domenica l’Udinese è stata sconfitta nuovamente in trasferta, 3-2 dalla Lazio all’“Olimpico”.

Guidolin continua a insistere sul modulo con i due piccoletti là davanti, senza una punta centrale, salvo poi inserirla dopo un’ora di gioco: in questo caso si è trattato di Denis, autore della rete del 2-2 (nel primo tempo avevano marcato Hernanes, Sanchez e all’inizio del secondo Biava). Proprio allo scadere la sfortunata autorete di Zapata.

http://www.youtube.com/watch?v=9aKNyiNQPs8

L’Udinese rimane a 23 punti e la Lazio ha accorciato le distanze sulla capolista Milan battuta a “San Siro” per 0-1 dalla Roma, con una rete dell’ex Borriello; anche il Napoli è ora secondo insieme agli altri biancazzurri.

Il campionato si conferma irregolare, come il Milan che, lo si dice da tempo, non appare così forte quando incontra le squadre di punta e Ibra non è ispirato. Seppur sovrappeso, nella Roma si è rivisto Adriano che sembrava ormai perso per il campionato italiano ed è rimasto invece in campo per 87’. Le voci di un ritorno in Brasile (segnatamente al Palmeiras) sono invece sempre più insistenti per Ronaldinho. Già ho raccontato molte volte il dispiacere di vedere quello che fino all’inizio del 2006 era il miglior giocatore del mondo ridursi in poco tempo in una controfigura di se stesso: finito a 25 anni a causa delle troppe feste e della poca voglia di allenarsi, pensando che fosse sufficiente il solo talento per rimanere al vertice.

Intanto il club rossonero si è assicurato i servizi di Antonio Cassano, dopo che il Collegio Arbitrale aveva condannato il calciatore barese al taglio della metà dello stipendio a seguito delle note vicende con il Presidente della Samp Garrone. Così facendo, il Milan ha impedito la punizione a Cassano che, anzi, ha anche guadagnato dall’operazione.

Lascia un commento

*