21 October 2017

Nessuno ci crede: il Napoli perde, l’Udinese batte il Genoa e torna terza da sola!

Lunedì 7 maggio 2012

Alla vigilia ben pochi si attendevano una giornata simile. L’Udinese batte il Genoa nell’ultimo incontro della stagione al “Friuli” e contemporaneamente il Napoli perde inaspettatamente a Bologna. Contro tutti i pronostici i friulani tornano da soli al terzo posto e nell’ultima partita a Catania basterà un pareggio per centrare, nuovamente, i preliminari di Champions.

La giornata

Durante tutta la mattinata a Udine stava piovendo insistentemente con solo qualche pausa e non si presagiva niente di buono. Molti vengono allo stadio in cerata, altri almeno con l’ombrello.

Nonostante il pericolo pioggia pochi vogliono perdersi l’appuntamento con l’ultima in casa e la possibilità di qualificarsi per le coppe. L’Europa League è praticamente in saccoccia, ma per il traguardo più grosso, il terzo posto che da accesso al preliminare di Champions, l’ostacolo Napoli sembra quasi insuperabile: i partenopei si trovano a pari punti con noi ma sono in vantaggio sugli scontri diretti; se vinceranno entrambe le partite che rimangono non ci sarà niente da fare.

Guidolin presenta la stessa formazione che ha battuto la Lazio domenica scorsa, con l’eccezione di Abdi sostituito dal Tucumano Pereyra (com’era avvenuto già allora nell’ultima mezz’ora), rivelazione di quest’ultimo scorcio di campionato a giostrare dietro gli attaccanti. Confermato Pasquale al posto di Armero e ancora dentro Fabbrini, autore dell’unica rete mercoledì scorso a Cesena.

In curva per l’ultima volta anche qualcuno che, comunque vada, probabilmente non rinnoverà l’abbonamento.

Messaggi (microscopici) contro le violenze contro i cani in Ucraina (sic); quasi ci si aspetta anche uno striscione a favore di Julija Timošenko…

I nostri sembrano uniti.

Quando inizia la partita pioviggina ancora,

e le nubi si addensano sul “Friuli”

L’Udinese controlla la partita, mentre il Genoa non si rende pericoloso. Al 17’ sul Cosmo compare la notizia bomba: il Napoli sta perdendo a Bologna! Al 29’ la partita cambia. Fabbrini viene steso da dietro fuori area, seconda ammonizione per lo slovacco Kucka che deve abbandonare il terreno di gioco.

Sulla punizione che ne consegue, Frey non riesce a respingere la notevole parabola a fil di palo di Totò Di Natale.

Entusiasmo in curva con bandiere al vento.

Esce addirittura qualche raggio di sole e subito dopo, al 38’, il colpo di grazia: Palacio riceve il rosso diretto per un insulto al direttore di gara che secondo i genoani era invece rivolto ad un compagno.

Nel secondo tempo entra anche l’ex Floro Flores al posto di Fabbrini. Ormai le nuvole nere non fanno paura.

Il Capitano riceve i soliti applausi alla battuta di un corner.

Poi Pazienza, entrato già al 10′ del primo tempo per l’infortunato Pinzi, segna di testa ma l’arbitro annulla per un fuorigioco inesistente.

Di nuovo il Cosmo al 64’ annuncia il raddoppio del Bologna; poi si saprà che il Napoli ha sciupato molte occasioni. Ma si tratta di una nemesi per i due punti rubati qui al “Friuli” il 18 marzo scorso e che potevano essere decisivi.

Due minuti dopo la tranquillità: Basta crossa dalla destra, Totò manca il pallone che schizza sul secondo palo dove Floro insacca il 2-0.

Fuochi e fumi in curva.

I due allenatori, Guidolin e l’ex De Canio.

In tribuna i ragazzini entusiasti invitati dall’Udinese.

Termina la partita,

e anche da Bologna si conferma la sconfitta del Napoli. Nella trasferta di domenica sera a Catania all’Udinese basterà un pareggio per assicurarsi il terzo posto nel caso che l’Inter o la Lazio vincano lo scontro diretto dell’“Olimpico”.

Tutti sotto la curva.

Totò dice che forse lascia… non si sa se scherza o meno.

Forza Udinese,

ma anche Brasile, Slovenia, Marocco…

Il saluto di Domizzi (anche lui «uno di noi»?!)

Nel parcheggio fervono i classici chioschi e griglie autoorganizzate, tra i molti anche quelli di Sutrio.

Dopo alcune birre e uno spuntino ritorna a piovere insistentemente: siamo stati graziati anche dal cielo.

Comments

  1. paolo negri says:

    Una simpatica e sportiva pernacchiona bianconera al duo-simpatia Mazzarri-De Laurentis… Il grande stratega partenopeo forse non pensava di dire così bene quando alla vigilia ha spudoratamente affermato che il calendario favoriva l’Udinese: ben gli sta! Se al rientro dai prestiti vengono trattenuti Cuadrado, Gabriel Silva e Muriel, con l’aggiunta dei due acquisti brasiliani Allan e Willians, la nuova squadra è fatta…
    Tu allora vai a Bucarest? Ti leggerò, perchè contrariamente a quanto pensi sono ancora vivo (a Dio piacendo…) ma il vero grande problema è la gestione del tempo, che non c’è
    Un abbraccione

  2. Antonio Colosso Francisco says:

    Bene amici friulani!
    Ora molto probabilmente andremo in champions, come l’anno scorso.
    Ai preliminari, per l’esattezza, come l’anno scorso.
    Pozzo che fara, vendera handanovic, isla e asamoah e poi pur giocando bene usciremo per inesperienza?
    Fratelli friulani, smettetela di puntare basso!!!
    Voglio un presidente un po piu tifoso e un po meno affarista. I-O-O-A!
    Guidolin Presidente! (dome di balon pero)

    Mandi la vista

    AFC

    • sottoscrivo in pieno, anche se e’ nessuno si sarebbe mai aspettato di centrare un obiettivo simile (sempre che si centri), una prova del basso livello del campionato italiano.
      saranno i rinforzi di cui parla paolo sufficienti a sopperire alle future cessioni?
      soprattutto si e’ sempre alla ricerca di un uomo gol (non necessariamente una punta centrale) che possa assicurare un appoggio per di natale nei momenti di appanamento che verranno sicuramente (sempre che il capitano non abbandoni proprio).
      comunque godiamoci il momento, sperando di ottenere il famoso punto a catania.
      mandi po,
      a
      ps. visto il semicolosso con palandrana?

  3. Antonio Colosso Francisco says:

    ay me si! livello del campionato italiano molto basso, grande verita, almeno pero si tratta di un calcio genuino, piu pulito di altri e solo lontanamente sfiorato dagli scandali……
    Il colosso palandrana….sto pensando a qualcuno…

    Mercoledi saro con grupillo di gente di euskadi todo juntos a vedere bucuresti!!!!

    mandiz

  4. endria says:

    Qualcuno non rinnova? Vergogna! 😉 Il sottoscritto tre presenze in campionato ma rinnovo sicuro. Sempre a fianco della famiglia Pozzo.

Lascia un commento

*