29 June 2017

Il caganer, la figura più amata del presepe catalano

Venerdì 30 dicembre 2011

In Catalogna, quando i bambini vanno nelle case dei propri parenti per Natale, devono per prima cosa riuscire ad individuare uno speciale personaggio del presepe. La ricerca è resa più ardua dal fatto che normalmente esso si trova lontano dalla grotta in cui si svolge la scena principale, isolato, magari dietro un albero, un cespuglio o sotto un ponte. Là, con i pantaloni abbassati, bloccato dai figurinisti nell’atto di defecare, si trova il caganer, il personaggio più amato del presepe catalano.

Spesso si tratta di un contadino, con la tipica barretina catalana (proibita per qualche tempo ai figurinisti nel periodo seguente alla Guerra Civile), a volte fumando, altre con un giornale da leggere o da usare dopo l’atto.

In effetti, in questa parte della penisola iberica, le dimostrazioni scatologiche sono molto frequenti: lo stesso Dalí si era riferito alla coprofilia come una delle caratteristiche proprie del carattere catalano. Qui, se si impreca contro qualcuno o qualcosa, in lingua catalana o spagnola che si tratti, lo si fa sempre “cagando” sull’oggetto della disputa.

In questo periodo si ritrova anche il Caga-tió, la cerimonia della notte di Natale in cui, dopo aver “nutrito” un tronco durante la settimana precedente al gran giorno, i bambini gli fanno “defecare” torroni, dolci e giocattoli a colpi di bastone.

Tra i protagonisti del genere, viene segnalato anche Josep Pujol, il conosciuto petomane di origini catalane che nel secolo scorso nel Moulin Rouge di Parigi poteva interpretare La Marsigliese ed altre “arie” grazie alle sue emissioni di gas.

Ritrarre scene umili

A Barcelona esiste addirittura un’associazione di “Amici del Caganer”. Nata nel 1990, riunisce simpatizzanti, studiosi e collezionisti dell’amato personaggio. Promuove le notizie e le varie iniziative, tra cui assegnare il «Caganer dell’anno», utilizzando il proprio bollettino, efficacemente intitolato Caganòfil.

Uno dei promotori dell’associazione è Pep Mañà, collezionista e co-autore, insieme all’amico Jordi Arruga, del libro El Caganer. La figura més típica del pessebre català (Ed. Alta Fulla, Barcelona, 1992).

«L’originaria sontuosità delle figure – spiega Mañà – aveva lasciato spazio nel XVII secolo a ritrarre le scene più umili di pastori che andavano ad adorare il Bambin Gesù. Successivamente, i presepi si sono adornati di paesaggi, bestie, e scene di vita con gente comune».

Secondo lo studioso di folclore Joan Amades, a cavallo tra XVIII e XIX secolo in Catalogna entrò in scena il caganer, che probabilmente si rifaceva alla letteratura umoristica del Seicento. Simili immagini sono state segnalate anche altrove, compresi i presepi napoletani in cui assumono la denominazione di cacone o pastore che caca.

La Catalogna è pero l’unico luogo in cui il caganer sia diventato uno degli emblemi della tradizione natalizia. Costituisce ormai anche un ricordino obbligato per chi si rechi in questo periodo a Barcelona e dintorni. Il caganer è il principe dei mercatini natalizi come el Mercat de Santa Llúcia, di fronte alla Cattedrale e la fiera davanti alla Sagrada Família. I figurinisti si sbizzarriscono ritraendo anche tipi insoliti di caganers, come giocatori di calcio o politici, il cui valore arriva occasionalmente a prezzi favolosi.

Come in quadro del pittore fiammingo Bruegel, il caganer con la sua azione irriverente umanizza la rappresentazione del Natale. Al tempo stesso, sottolinea Isidre Vallès, «denuncia l’ipocrisia che traduce questa festa in commercio e in abbuffate alimentari, che alla fin fine si traducono in più di qualche problema intestinale».

Comments

  1. Questa proprio non la sapevo! Complimenti per il pezzo Ale (verrebbe da dire la stessa cosa anche alla statuina, hehehe): un aneddotto Natalizio davvero singolare, abilmente trattato ed opportunamente circostanziato nonostante la peculiarità del tema.
    E visto che la cacca secondo alcuni porta anche fortuna (uhm… sbaglio o proprio in Spagna si usa dire “mucha mierda” per augurare buona fortuna a qualcuno?!?), colgo l’occasione per augurare a te e a tutti i tuoi fedeli lettori un Sereno 2012!

  2. ale Campi says:

    Consiglio di andare a visitare i vari siti dedicati al fenomeno “Caganer” dove si potranno ammirare grandi personaggi contemporanei in versione caganer. Si possono trovare in posizione accosciata Obama, Messi, la regina inglese, l’uomo ragno, batman, il Papa e tanti altri…Auguri a tutti!

Lascia un commento

*