21 July 2017

® “Antica Bettola da Marisa”, Rodeano Basso

Venerdì 11  febbraio 2011

A distanza di giorni vari amici continuano a ricordarmi la nostra visita all’“Antica Bettola da Marisa”, soprattutto per la sorpresa finale…

Tempo fa d’estate eravamo già passati “da Marisa”, a una ventina di km da Udine sulla strada per San Daniele: con la bella stagione i gestori cucinano succulente bistecche alla griglia nello spazio all’aperto. D’inverno invece ci si accomoda nel piccolo ma accogliente locale dov’è annunciata una “cucina di territorio” friulana. Siamo in dieci e ci affidiamo al gestore che ci propone un menu degustazione.

Si inizia con un interessante piatto di antipastini, tra i quali spiccano un crostino caldo con salsiccia, brovada con battuto di pancetta, bresaola di cavallo:

Poi un tris di assaggi di primi: tagliatelle al ragù di lepre,

gli sfiziosi gnocchi di pane,

e una zuppa di fagioli con crostini.

Quindi il bis di secondi: un delizioso stinchetto al forno,

e il classico salame all’aceto con polentina.

Il tutto annaffiato dal rosso della casa. Come dolce, accompagnato dal verduzzo di Rodaro, una fettina di strudel di mele e un assaggio di salame al cioccolato.

Alla fine la sorpresa, sicuramente non gradita: 51 euro a testa!

Non abbiamo mangiato male, ma il prezzo non era assolutamente giustificato. È vero, si trattava di un menu completo, ma le porzioni (salvo i secondi) erano ridotte a degli assaggini; sia bianco che rosso poi erano vini della casa e le due bottiglie di verduzzo non erano così care da giustificare un salasso simile. Se avessimo speso 35-40 euro saremmo stati soddisfatti.

Qualche commensale contesta anche la voce “contorno”, 3 euro a testa in più per poche cipolline. Ma a tutti ha dato molto fastidio che siano state messe in conto sette grappe, né richieste né offerte dalla casa, come si fa invece in qualsiasi locale che si rispetti (senza considerare gli oltre 500 euro in contanti del conto).

A parte il prezzo, basta poco (o tanto) per rendere felici i clienti. Non è stato il nostro caso.

Scheda:

Trattoria Antica Bettola da Marisa

via Coseano 1

Frazione Rodeano Basso

Rive D’Arcano (UD)

Comments

  1. Mah, che dire…
    Ci sono stato alcune volte con un amico che è amico del gestore e che ci invitava (non eravamo neanche pochi…) offrendo generosamente la cena a tutti. Perciò non ho mai saputo quanto si pagasse. Certo è che la poca “trasparenza” infastidisce.
    K

  2. Andrea Pic says:

    e’ vero che le bottiglie di vino vengono vendute senza rincaro al costo di cantina del produttore?

  3. mauro alessio says:

    vorrei spiegare al sig.Gori la spesa presso il locale “Antica bettola da Marisa”,io sono un gestore non che cuoco e cliente del locale,vorrei giustificare la spesa da lei sostenuta dicendole che tutto quello che viene servito viene preparato in casa,con attenzione e grande passione, dalla cuoca Rita,posso garantire che tutti gli ingredienti sono trattati e lavorati con cura maniacale da oltre 30 anni ,lo sò con precisione perchè ho fatto un periodo di lavoro presso il locale,e continuerò a sostenere la cucina genuina a discapito delle 50 euro.

    • In merito alla spesa dei 50€, giusta o meno, senza polemica: il punto è sulle condizioni. Me lo dici prima a quanto si arriva o fai “il gestore accattivante” portando portate su portate senza prima sondare un attimo cosa vogliono i clienti? Certo, ci sarà stata una sorta di distrazione da parte dei clienti ma anche di voglia di “farsi guidare”, e questa è una pecca si ma anche un mettersi nelle mani di chi ti ospita. Significa fidarsi, no? Mica si stava a controllare il prezziario ogni volta… Questo è il punto, signor alessio, nessuno mette in discussione la qualità degli ingredienti o la bravura della cuoca. Credo che l’equivoco sia nato dalla NON comunicazione durante la cena intera. Se poi si beve solo il vino della casa, tanti non han preso nè il secondo nè il contorno, ti trovi anche le grappe sul conto…mi permetta che si rimane un pò male. Si paga ma si esce amareggiati. E non ci si torna più. Alla faccia della qualità, del gestore barbuto e della cuoca (che non abbiamo visto). Io, ovviamente, c’ero ed ho pagato. Saluti.LR.

Lascia un commento

*