30 March 2017

® Post partita “Al Cacciatore” di Pagnacco

Martedì 8 febbraio 2011

Dopo la partita di sabato abbiamo ripetuto una tradizione mantenuta per anni, almeno fino a quando tutti gli incontri si giocavano alle 15.

Si tratta della consueta sosta sulla via del ritorno in Carnia in uno dei nostri locali preferiti, “Al Cacciatore” di Pagnacco. Ora purtroppo non capita così spesso, con “lo spezzatino” delle partite spalmate nel finesettimana che prevede anticipi e posticipi notturni anche al gelo di febbraio.

Ogni ritorno “Al Cacciatore” è un piacere.

Stuzzicanti gli affettati e i formaggi accompagnati dal rosso della casa. La cucina della signora Loredana è sempre schietta: pochi piatti ma buoni, accompagnati da polenta fumante. Sabato abbiamo assaggiato un succulento coniglio,

il notevole baccalà,

cinghiale, salame all’aceto, ma quasi sempre si trovano anche le trippe (tra i miei favoriti),

cervo e il classico frico. Per chiudere torta alla ricotta,

ma altre volte c’era anche un affogato al cioccolato caldo.

Primi e piatti speciali su ordinazione.

17 euro a testa e tutti soddisfatti.

Scheda:

Osteria “Al Cacciatore”

Via Colloredo di Monte Albano 96

Località Modoletto

Pagnacco (UD)

Comments

  1. Mi pareva strano non avessi fatto accenno alla sosta al “Cacciatore” nella cronaca sulla partita di sabato. Ma è appunto conseguenza della categorizzazione del sito….
    Volevo solo dire che tra i piatti di sabato mancava purtroppo il cervo, ma c’era l’ottimo cinghiale scelto da buona parte dei commensali…
    Anch’io sono nostalgico dei tempi di tutte le partite alle 14.30 d’inverno (8 partite negli anni Ottanta, 9 negli anni Novanta, diventeranno mica 11 in questo decennio???) , ma direi che lo “spezzatino” (tanto per restare in tema, complimenti per il gioco di parole!) nel caso della partita delle 18 del sabato, può essere un vantaggio: è l’orario ideale come pre-cena, basta non fissarne altre (vero Bit?)
    P.S. ho sentito tra l’altro che gli “assenti” sono andati a cena anche loro al “Cacciatore”, di Caneva però…

  2. Bhè, non male il dopopartita…
    Peccato non esser stato presente, come avevo previsto, ma mi attendeva l’altro Cacciatore…
    Comunque per Pasqua cercherò di fare di tutto per ripresentarmi sugli spalti del Friuli.
    ps. per Daniele: non incolpate il povero Bit, questa volta non c’entra niente. E’ rientrato da tre mesi di Libia proprio sabato sera, giusto in tempo per la cena delle “ossa suine”, non lo sapeva nemmeno.
    Maman.
    Fra

    • Assolutamente non volevo incolpare il Bit, figurati!
      Era solo per esprimere il dispiacere di non essersi trovati tutti insieme visto che le occasioni non sono così numerose.
      Comunque ti aspettiamo per Pasqua (anche prima…) per la volata finale di una stagione nata con il freno a mano tirato ma che poi ha avuto un’impennata e ha visto l’Udin correre a 100 all’ora grazie a un’eccellente squadra di preparatori (graditissimo il ritorno di Claudio Bordon da San Pietro al Natisone!!)

Lascia un commento

*