23 April 2018

L’Udinese sulle Rambles, il Niño di nuovo su “Sport”

Martedì 1 marzo 2011

Ieri le prime reazioni all’exploit dell’Udinese sono arrivate fino a Barcelona. Come ogni lunedì anche qui la Gazzetta è andata a ruba: all’inizio delle Rambles si intravede la prima pagina della rosea con la notizia della goleada friulana.

[Read more…]

Il Park Güell e le prime prelibatezze

Venerdì 26 novembre 2010

Tornare a Barcelona per me significa sempre tornare a casa.

[Read more…]

Ratzinger consacra la Sagrada Família. Reportage sull’opera di Gaudí

Martedì 9 novembre 2010

Domenica scorsa Ratzinger in visita a Barcelona ha consacrato la Sagrada Família come nuova basilica. Sono passati oltre vent’anni dalla mia prima visita all’opera più fantasmagorica di Antoni Gaudí e la sento anche un po’ mia, anche perché per anni ho fatto la guida turistica (per amici) nella città catalana, non solo durante le due tappe in cui ci ho vissuto. L’ultima volta che sono entrato nel Temple Expiatori de la Sagrada Família (questo il suo nome per intero) fu un anno e mezzo fa e domenica sono rimasto stupefatto vedendo in televisione l’avanzamento dei lavori. [Read more…]

Gino Pozzo entra nell’Espanyol. Perplessità dei tifosi bianconeri

Lunedì 11 ottobre 2010

L’ennesima sorpresa per i tifosi friulani: la famiglia Pozzo è intenzionata a entrare nel capitale azionario dell’Espanyol, eterna seconda squadra di Barcelona.

[Read more…]

Visitatore numero 20 milioni al Museu del FC Barcelona

Venerdì 10 settembre 2010

Ieri alle 12:01 il “Museu del FC Barcelona” ha ricevuto il suo visitatore numero 20 milioni, Mónica Ruiz, una 25enne di Lleida.

Il Museu, uno dei primi musei di club di calcio, venne aperto nel 1984 sotto la quasi ventennale presidenza di Josep Lluís Núñez. Con oltre un milione di visitatori annuali, negli ultimi anni è diventato una delle attrazioni turistiche della città e si gioca con il Museo Picasso il primo posto come il più visitato della Catalogna (anche se in questa speciale classifica non si include la Sagrada Família di Gaudí che possiede il primato assoluto delle attrazioni turistiche).

Adéus José

Venerdì 18 giugno

Stavolta un triste messaggio che esula dal calcio. Oggi è morto José Saramago, aveva 87 anni. Per lunghi decenni si è atteso un Premio Nobel per la letteratura di lingua portoghese e alla fine, nel 1998, l’Accademia Svedese, scelse lui, un eretico, ateo e comunista.

Lo avevo intervistato proprio in quegli anni a Barcelona, come sempre guardato a vista dalla sua ultima moglie (e traduttrice in castigliano), Pilar Del Río. Insieme a lei viveva ormai da tempo in un autoesilio a Lanzarote, per i litigi con il governo portoghese seguite alla pubblicazione del suo polemico romanzo O Evangelho Segundo Jesus Cristo (1991).

Adéus José, ci mancherai.