23 March 2017

Altro mercoledì di coppe nazionali: ennesima manita del Barça; il Madrid passa a Sevilla

Venerdì 28 gennaio 2011

Mercoledì ennesima manita del Barça in Copa del Rey contro il malcapitato Almería.

Guardiola ha lasciato a riposo qualche titolare schierando Pinto in porta, Adriano e Maxwell sulle fasce, Abidal spostato al centro della difesa e Mascherano in mezzo per dar riposo a Busquets; per il resto (soprattutto centrocampo e attacco) si trattava della squadra titolare.

Al 10’ del primo tempo i blaugrana conducevano già per 2-0 con due reti simili (di Messi e Villa) con tiri da dentro l’aerea sui quali il portiere avversario si presentava incerto. Al 15’ 3-0 di Messi con un’azione corale imbeccato da Iniesta, alla mezz’ora il solito Pedro ha firmato il 4-0 addirittura di testa, su punizione cross di Xavi dalla destra. Poi quasi alla fine dell’incontro il 5-0 definitivo, di Keita dopo un assist al bacio di Messi. Senza contare lo 0-8 di Almería, in questa stagione è l’ottava partita (!) in cui il Barça segna 5 reti (una manita appunto), un numero che è diventato quasi un feticcio per i tifosi culé.

Anche il Madrid è con un piede in finale dopo aver espugnato (0-1) il “Sánchez Pizjuán” di Sevilla, grazie a una bella rete di Karim Benzema, anche se i padroni di casa hanno protestato veementemente per un tiro di Luis Fabiano salvato dubbiosamente sulla linea da Albiol; l’arbitro Undiano Mallenco non ha convalidato.

Nella Coppa Italia, purtroppo abbandonata prematuramente dall’Udin, il Milan fatto subito esordire i due olandesi appena comprati, Emanuelson dall’Ajax e il veterano legnatore (??) Van Bommel, ex capitano del Bayern epurato da Van Gaal.

Lascia un commento

*