30 March 2017

Giovani Dos Santos per il Niño? No, grazie

Lunedì 11 ottobre 2010

Nei giorni scorsi è apparsa in diversi mezzi di comunicazione la notizia secondo cui l’Udinese sta meditando di vendere a gennaio il Niño Alexis Sánchez, rimpiazzandolo con il ventunenne messicano Giovani Dos Santos. Speriamo che ciò non accada: la squadra ne uscirebbe (ulteriormente) indebolita.

Il possibile arrivo di Dos Santos era stato già paventato quando sembrava che il Capitano Totò Di Natale potesse lasciare i bianconeri con destinazione Juventus. Poi non se ne fece niente, ma evidentemente il giocatore è nel taccuino dei Pozzo.

Dos Santos, figlio del brasiliano Zizinho che militò in diversi club in Messico dove conobbe sua madre, è un giocatore di buona tecnica ma molto più fumoso del Niño; il cileno è invece un maestro nel recuperare palloni.

Dos Santos è arrivato tredicenne alle giovanili del Barça nella stessa covata di Bojan, più giovane di un anno (1990). Al momento del dunque il club blaugrana ha però deciso di non puntare più su di lui e l’ha lasciato libero. Da quel momento il suo percorso è stato molto accidentato: acquistato nell’estate 2008 dal Tottenham, già a metà stagione è stato mandato in prestito all’Ipswich Town e quindi nel gennaio 2010 al Galatasaray, chiamato da Frank Rijkaard, il tecnico che l’aveva fatto esordire nella Liga spagnola. All’inizio di questa stagione è rientrato al Tottenham ma il tecnico Harry Redknapp non lo “vede”.

Negli ultimi mondiali ha disputato tutti e quattro gli incontri con la sua nazionale, si è fatto notare per qualche buona azione. Suo fratello minore, Jonathan Dos Santos, continua a giocare con le giovanili del Barça e in qualche occasione è stato anche utilizzato da Guardiola nella prima squadra.

Speriamo di non perdere anche il Niño.

 

Comments

  1. Speriamo proprio di non perderlo già a gennaio, anche se prima o poi succederà…
    Secondo me è un giocatore unico, quando è in giornata (vedi semifinale Coppa Italia Udinese-Roma dell’aprile scoroso) non lo cambierei con nessuno al mondo.
    Teniamolo almeno fini a quando il suo talento esploderà completamente e solo in quel momento, davanti a offerta irrinunciabile potremmo (potremmo…) darlo via…
    Ma si sa, Pozzo non pensa con la mia (nostra..) testa di tifosi….

Lascia un commento

*