23 May 2017

La settimana di passione del Barça, su Fútbologia

Venerdì 10 maggio 2013

Qualcuno si sarà chiesto il motivo del mio silenzio sull’ecatombe del Barça contro il Bayern e, forse, se era proprio dovuto al disastro sportivo dei catalani. In realtà proprio su quella terribile (sportivamente parlando) settimana avevo scritto un diario, giorno per giorno. Stavo solo aspettando che il pezzo uscisse sul sito degli amici di Fútbologia.org. 

130501 Barça-Bayern - Foto Alessandro Gori P1180269

Simpatica la frase del cappello iniziale: «Settimana di passione per Barcellona e gli spagnoli in generale. Conosciamo pochi appassionati di pallone quanto l’incredibile Gori, che l’ha vissuta con loro. Questo è il suo diario».

Ma anche i vari tweet dei Futbologi per lanciare il pezzo:

«Sai che @najgoribre è un tipo incredibile? Viandante Gastronomade Futbolero. In Spagna per la settimana di passione».

Oppure:

«La settimana di passione blaugrana nel diario di @najgoribre. Costa Brava, cuochi, basket, birra Estrella, pallone…»

Troppo buoni.

130510 Settimana di passione Barça su Futbologia

Il reportage lo si può trovare cliccando qui.

Fútbologia, lanciata tra gli altri dal collettivo di scrittori Wu Ming, è un’iniziativa per parlare (e scrivere e leggere) di calcio in modo diverso. Oltre al blog che raccoglie analisi, recensioni, reportage e racconti, i nostri hanno organizzato interessante convegno tenutosi a Bologna a novembre, sotto la protezione di São Pedrinho (qui il racconto).

Gli altri miei articoli precedentemente pubblicati sul Blog di Fútbologia:

– La Crvena Zvezda, vent’anni fa

– Il “National Football Museum” di Manchester

– L’evoluzione del Clásico e il Barça come fenomeno glocale

– L’emozione di Anfield

– La passione per il Celtic

– Un anno senza Sócrates (in due parti)

– Il cugino carnico di Iniesta

– I sessant’anni di Zico (in due parti)

– La guerra è iniziata al Maksimir

 

Comments

  1. Immagino che da culé la serata di ieri ti abbia rinfrancato almeno un po’ dalle recenti delusioni…
    E’ brutto godere delle disgrazie altrui, ma vedere Mourinho così abbacchiato e costretto ad ammettere che la stagione è stato un fallimento, dà una certa soddisfazione!

Lascia un commento

*